.
Annunci online

  theROCK [ Tutta la nostra conoscenza ci porta più vicini alla nostra ignoranza, tutta la nostra ignoranza ci porta più vicino alla morte. ]
         

Questo blog nasce dal desiderio di vita e dall'attenzione verso il mondo provocati da un'amicizia cristiana. Non per scambiare delle opinioni ma per cercare le ragioni.




 “La tua voce ha potuto intenerirmi/ La tua presenza trattenermi/ e il tuo rispetto commuovermi./ Chi sei?/ Tu, solo tu, hai destato/ l’ammirazione dei miei occhi,/ la meraviglia del mio udito./ Ogni volta che ti guardo/ mi provochi nuovo stupore/ e quanto più ti guardo/ più desidero guardarti”.

 

 Calderon de la Barca





Parsifal

Parsifal, Parsifal non ti fermare
e lascia sempre che sia
la voce unica dell'ideale
ad indicare la via.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore.
Non fermarti alla corte delle anime nane
che ripetono i gesti e non sanno capire.
Non salire al castello dei giovani giusti
che adorano il sole:
è quel sole lo specchio
di chi non si vuole vedere.
Parsifal, Parsifal devi lottare
devi cercare dov'è
il punto fermo tra le onde del mare
e quest'isola c'è.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore.
Io sapevo da sempre che avresti tradito
mille volte in un giorno
e poi mille altre ancora
ma i tuoi occhi che cercano
sono quelli di chi si sorprendente ferito
e il mio braccio è più forte del male,
più grande dell'ora.
Parsifal, Parsifal non ti fermare
e lascia dunque che sia
la voce unica dell'ideale
ad indicarti la via.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore
sarò con te
come un fuoco che dentro non muore.
                                 
   Claudio Chieffo




"Fac ut ardeat cor meum
in amando Christum Deum"
Jacopone da Todi


4 gennaio 2006



Si può

di Gaber - Luporini

La mia generazione ha perso (2001)

Si può
si può siamo liberi come l'aria, si può.
si può siamo noi che facciam la storia, si può.

Si può io mi vesto come mi pare
si può sono libero di creare
si può son padrone del mio destino
si può ho già il nuovo telefonino, si può.

Si può occuparsi di agriturismo
si può fare il tifo per il buddismo
si può con un gioco televisivo
si può inventare ogni giorno un divo, si può.

Basta uno spunto qualunque
e la nostra fantasia non ha confini.
Basta un talk-show un po' scadente
e noi perpetuiamo allegramente
la creatività dei popoli latini.

Si può far miliardi con l'Enalotto
si può esser vittima di un complotto
si può far la guerra per scopi giusti
si può siamo autentici pacifisti, si può.

Si può trasgredire qualsiasi mito
si può invaghirsi di un travestito
si può fare i giovani a sessant'anni
si può far riesplodere il sesso ai nonni, si può.

Con alle spalle una storia esaltante
di invenzioni e di coraggio
è naturale che poi siamo noi
che possiamo cambiar tutto
a patto che ogni cosa vada sempre peggio.

Si può siamo liberi come l’aria, si può
si può siamo noi che facciam la storia, si può.
Libertà, libertà, libertà
liberta obbligatoria.

Sono assai cambiato sono così spregiudicato
sono infedele sono matto posso far tutto.
Viene la paura di una vertigine totale
viene la voglia un po' anormale
di inventare una morale.

Utopia… Utopia… Utopia…pia…pia…

Si può ricoprirsi di gran tatuaggi
si può far politica coi sondaggi
si può liberarsi e cambiare ruolo
si può rinnovarsi le tette e il culo, si può.

Per ogni assillo o rovello sociale
sembra che la gente goda.
Tutti che dicon la loro facciamo un bel coro
di opinioni fino a quando
il fatto non è più di moda.

Si può far ginnastica un'ora al giorno
si può collegarsi coi siti porno
si può a ridosso delle elezioni
si può insultarsi come coglioni, si può.

Si può far discorsi convenzionali
si può con il tono da intellettuali
si può dare al mondo un messaggio giusto
si può a livello di Gesù Cristo si può.

Contro il gran numero di ideologie
che noi abbiamo rifiutato
l'unica grande invenzione davvero efficace
e che ci piace è
questa dittatura imposta dal mercato.

Si può siamo liberi come l'aria, si può
si può siamo noi che facciam la storia, si può.

…ma come, con tutte le libertà che avete
volete anche la libertà di pensare?..

Utopia… Utopia… Utopia…pia…pia…

Libertà, libertà, libertà, libertà,
libertà, libertà, libertà, libertà,
libertà, libertà, libertà, libertà libertà.

 

Possibile che si parli tanto di libertà, e non ci sia quasi nessuno che ci aiuti ad affrontare seriamente il problema? Ma quand’è che nella tua esperienza di ogni giorno puoi dirti veramente libero?

Sembra che l’esperienza non conti più nulla. Contano le idee, perciò si può fare tutto, a patto che il potere dia la sua benedizione. E qui è illuminante la domanda provocatoria di Gaber “…con tutte le libertà che avete volete anche la libertà di pensare?”. È un po’ come dire (è il potere che parla) “voi buttatevi nelle mode che vi proponiamo, giocate a fare l’intellettuale,l’anticonformista o il pacifista, tanto tutto è uguale. Ogni gesto ha lo stesso valore. Perciò giocate e divertitevi. Però guardatevi da chi cerca di farvi ragionare e riaprire gli occhi!

 Ma allora la desideriamo veramente questa libertà o è solo un pretesto per fare un po’ come ci pare?




permalink | inviato da il 4/1/2006 alle 10:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre        febbraio
 


Ultime cose
Il mio profilo



Comunione e Liberazione
Il veliero
Rimesparse
Nerokiaro
Chiara D'Onorio
Stranicristiani
Claudio Marra
Ilcappellaiomatto
Avvenire
il Foglio
Tracce
Santa Sede
Cornelio Fabro
Giorgio Gaber
Marcello Pera
Kattolico
Claudio Chieffo
Leggenda nera
Carlo Bellieni
Identità Europea


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom