.
Annunci online

  theROCK [ Tutta la nostra conoscenza ci porta più vicini alla nostra ignoranza, tutta la nostra ignoranza ci porta più vicino alla morte. ]
         

Questo blog nasce dal desiderio di vita e dall'attenzione verso il mondo provocati da un'amicizia cristiana. Non per scambiare delle opinioni ma per cercare le ragioni.




 “La tua voce ha potuto intenerirmi/ La tua presenza trattenermi/ e il tuo rispetto commuovermi./ Chi sei?/ Tu, solo tu, hai destato/ l’ammirazione dei miei occhi,/ la meraviglia del mio udito./ Ogni volta che ti guardo/ mi provochi nuovo stupore/ e quanto più ti guardo/ più desidero guardarti”.

 

 Calderon de la Barca





Parsifal

Parsifal, Parsifal non ti fermare
e lascia sempre che sia
la voce unica dell'ideale
ad indicare la via.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore.
Non fermarti alla corte delle anime nane
che ripetono i gesti e non sanno capire.
Non salire al castello dei giovani giusti
che adorano il sole:
è quel sole lo specchio
di chi non si vuole vedere.
Parsifal, Parsifal devi lottare
devi cercare dov'è
il punto fermo tra le onde del mare
e quest'isola c'è.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore.
Io sapevo da sempre che avresti tradito
mille volte in un giorno
e poi mille altre ancora
ma i tuoi occhi che cercano
sono quelli di chi si sorprendente ferito
e il mio braccio è più forte del male,
più grande dell'ora.
Parsifal, Parsifal non ti fermare
e lascia dunque che sia
la voce unica dell'ideale
ad indicarti la via.
Sarò con te
io ti ho messo una mano sul cuore
sarò con te
come un fuoco che dentro non muore.
                                 
   Claudio Chieffo




"Fac ut ardeat cor meum
in amando Christum Deum"
Jacopone da Todi


12 settembre 2006



BENEDETTO  XVI

 

Parte dell’omelia pronunciata domenica scorsa da Benedetto XVI durante la Messa presieduta nella spianata della Neue Messe di Monaco di Baviera.

 

<<Le popolazioni dell’Africa e dell’Asia ammirano le nostre prestazioni tecniche e la nostra scienza, ma al contempo si spaventano di fronte ad un tipo di ragione che esclude totalmente Dio dalla visione dell’uomo, ritenendo questa la forma più sublime della ragione, da imporre anche alle loro culture. La vera minaccia per la loro identità non la vedono nella fede cristiana, ma invece nel disprezzo di Dio e nel cinismo che considera il dileggio del sacro un diritto della libertà ed eleva l’utilità a supremo criterio morale per i futuri successi della ricerca. Cari amici, questo cinismo non è il tipo di tolleranza e di apertura culturale che i popoli aspettano e che tutti noi desideriamo! La tolleranza di cui abbiamo urgente bisogno comprende il timor di Dio – il rispetto di ciò che per altri è cosa sacra. Questo rispetto per ciò che gli altri ritengono sacro presuppone che noi stessi impariamo nuovamente il timor di Dio. Questo senso di rispetto può essere rigenerato nel mondo occidentale soltanto se cresce di nuovo la fede in Dio, se Dio sarà di nuovo presente per noi ed in noi.
Questa fede non la imponiamo a nessuno. Un simile genere di proselitismo è contrario al cristianesimo. La fede può svilupparsi soltanto nella libertà. Facciamo però appello alla libertà degli uomini di aprirsi a Dio, di cercarlo, di prestargli ascolto. Noi qui riuniti chiediamo al Signore con tutto il cuore di pronunciare nuovamente il suo «Effatà!», di guarire la nostra debolezza d’udito per Dio, per il suo operare e per la sua parola, di renderci capaci di vedere e di ascoltare. Gli chiediamo di aiutarci a ritrovare la parola della preghiera, alla quale ci invita nella liturgia e la cui formula essenziale ci ha donato nel Padre nostro>>.

 

 

Per leggere il testo integrale consultare la pagina on-line di Avvenire




permalink | inviato da il 12/9/2006 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     luglio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Comunione e Liberazione
Il veliero
Rimesparse
Nerokiaro
Chiara D'Onorio
Stranicristiani
Claudio Marra
Ilcappellaiomatto
Avvenire
il Foglio
Tracce
Santa Sede
Cornelio Fabro
Giorgio Gaber
Marcello Pera
Kattolico
Claudio Chieffo
Leggenda nera
Carlo Bellieni
Identità Europea


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom